Palestina chiama Italia

Composta da Edmond Shehadeh, direttore esecutivo del BASR (Bethlehem Arab society for Rehabilitation) – l’ospedale di riabilitazione di Betlemme visitato durante la missione di maggio di Cassa Padana in Palestina- Jihad Al Wazir e Riyad Abu Shehadeh, rispettivamente Governatore e Responsabile della Divisione Supervisione Bancaria dell’Autoritá Monetaria Palestinese, Fadi Kattan, decano dell’Universitá Cattolica di Betlemme, la delegazione palestinese in missione la seconda settimana di settembre in Italia, vivendo e conoscendo in prima persona la realtà del credito cooperativo italiano, ha potuto constatarne l’efficienza, l’operatività sul territorio e la sensibilità ai bisogni delle persone.

Cremona, Liuteria - interno

Giovedì 10 settembre il gruppo palestinese ha potuto ammirare la città di Cremona: accompagnati dalla gentilezza e disponibilità di Mari Lodi, responsabile della filiale di Cassa Padana in città, gli ospiti hanno apprezzato il centro cittadino ed ascoltato un brano musicale eseguito dal maestro Mosconi con uno Stradivari originale. Nel pomeriggio, dopo una visita all’ospedale di Leno al reparto di riabilitazione, la delegazione ha incontrato la dirigenza di Cassa Padana – che in Palestina ha avviato un nuovo progetto internazionale – per fare il punto della situazione del progetto di instaurare il credito cooperativo nel loro Paese.

La discussione, alla quale hanno partecipato anche Sergio Baia responsabile marketing della Federazione Lombarda e Giorgio Merigo presidente della BCC dell’Adda e Cremasco, è stata intensa e proficua: si è sviscerato il modello del credito cooperativo e il ruolo sul territorio, la filosofia che lo anima e le possibilità concrete di instaurare questo tipo di struttura in Palestina. La giornata è stata chiusa in bellezza con la visita al castello di Padernello e al suo particolare ponte vegetale.

Venerdì partenza per Roma, dove gli ospiti hanno potuto visitare la sede della Federazione nazionale delle Bcc: Carlo Barbieri, responsabile delle relazioni internazionali iccrea holding, ha esposto in un’esauriente relazione la funzione del credito cooperativo italiano. l’incontro più prestigioso è avvenuto senz’altro alla Banca d’Italia dove i palestinesi hanno potuto confrontarsi con Fabrizio Saccomanni e Stefano Mieli, rispettivamente direttore generale e direttore centrale.

Il rappresentante dell’Autorità monetaria palestinese ha chiesto una consulenza fattiva per integrare la legge sul microcredito, attualmente al vaglio nel suo Paese, con una clausola che preveda l’operatività delle Bcc, per permettere a questa nascente realtà di avere tutte le possibilità operative.

Dopo una breve visita a Castel Sant’Angelo e un gelato, gli ospiti palestinesi hanno raggiunto l’aeroporto per il rientro, con la promessa di un nuovo incontro in terra palestinese.

bp

Hai qualcosa da dire ? Lascia un commento!

*

Parse error: syntax error, unexpected '{' in /var/www/html/wp-content/plugins/background-manager/vendor/Twig/lib/Twig/ExpressionParser.php on line 404