lug 17, 2012 - Luglio 2012    1 Commento

Benvenuti in Palestina

La grande strada che porta da Tel Aviv a Gerusalemme è in territorio israeliano. A destra e sinistra è Palestina.

Te lo annunciano i check point ai lati delle strade, in corrispondenza dei paesi. Te lo raccontano i minareti che svettano verso un cielo blu. Lo tocchi con mano nel muro che in alcune zone “protegge” la strada.

In neppure un’ora siamo ai piedi della città santa. Ma noi siamo diretti verso Betlemme.

Lungo la strada ci accompagnano gli insediamenti dei coloni israeliani in terra palestinese.

I check point, a quest’ora poco affollati. Siamo in Palestina ma i palestinesi non possono percorrere questa strada in auto. Solo a piedi. E con i permessi necessari.

A Beit Jala, il mondo in qualche modo cambia. Betlemme, profumata di gelsomino sfiorito e di frutta marcita al sole, è dietro l’angolo

In questo paese della Cisgiordania il cui nome sembra derivi dall’aramaico “tappeto d’erbe”, famosa per la lavorazione del legno d’ulivo, di erba non ce n’è più neppure un filo. Tutto è arso dal sole di luglio.

Qui a Beit Jala, 15.000 abitanti soprattutto cristiani e  con una minoranza mussulmana, con sei chiese di cui una ortodossa della Vergine Maria (la più antica) e due moschee, inizia il nostro lavoro.

Fra due ore incontriamo gli avvocati della Society of St.Ives che si occupa del caso Cremisan, dei suoi conventi e del muro che arriverà.

Fra preziose vigne. Per “questione di sicurezza”. (mp)

 

 

1 Commento

Hai qualcosa da dire ? Lascia un commento!

*

Parse error: syntax error, unexpected '{' in /var/www/html/wp-content/plugins/background-manager/vendor/Twig/lib/Twig/ExpressionParser.php on line 404