lug 22, 2012 - Luglio 2012    Non ci sono commenti

Al-Quds e gli ulivi di Cremisan


Sono stato a Al-Quds la Santa, la città vecchia;
ho attraversato la Porta di Damasco, e il pensiero è volato al tempo delle crociate;
ho percorso Via Dolorosa e sono arrivato al Santo Sepolcro, dove si dice che Cristo sia stato crocifisso;
ho visitato il Muro Occidentale indossando la kippah per rispetto verso qualcuno che non ho mai visto ma che in molti continuano a cercare proprio lì;
ho ascoltato i lamenti delle preghiere e ho camminato all’indietro lungo la spianata, fino a quando non ho scorto la cupola dorata, situata giusto al di sopra dei resti del Secondo Templio, fatto edificare ai tempi di Erode il Grande dopo l’esilio babilonese e nuovamente distrutto da Tito nel 70 a.C..

Eppure sono convinto di aver trovato maggior spiritualità nelle speranze degli abitanti di Beit Jala e nelle radici degli ulivi di Cremisan.

Come dice padre Ibrahim, è qui fra queste terre e questa gente, in questa valle che io cerco Dio. (pf)

Hai qualcosa da dire ? Lascia un commento!

*

Parse error: syntax error, unexpected '{' in /var/www/html/wp-content/plugins/background-manager/vendor/Twig/lib/Twig/ExpressionParser.php on line 404